Atesia Augusta

Atesia Augusta è una rassegna dapprima mensile e poi bimestrale, edita inizialmente dall’Ente cooperativo provinciale della stampa fascista e successivamente dall’Ente atesino pubblicazioni periodiche.

La vita di questo periodico coincide con uno dei momenti storici (1939 – 1943) più intensi e critici non solo a livello internazionale (Patto d’Acciaio Roma – Berlino ed entrata in guerra dell’Italia), ma anche con pesanti risvolti a livello locale ( Opzioni del 1939 e creazione dell’Alpenvorland ).

Seppure di breve durata, ma a riprova della complessità del momento storico, l’attività di questa pubblicazione conosce cambiamenti ai vertici, nella presentazione grafica e nell’informazione:

dal 1939 alla fine 1940 sotto la direzione di Mastromattei assolve “un eminente ruolo a carattere squisitamente politico” e sviluppa un progressivo interessamento per personalità rilevanti a livello internazionale e con attenzione agli eventi in ambito europeo;

dal gennaio 1941 sotto la direzione di Antonio Baldini Rualis si avvertono i cambiamenti: il ripristino della copertina originale, l’accentuarsi del l’interesse locale e la trasformazione della rivista da mensile a bimestrale con doppio fascicolo.

Nr. 1 1939
Nr. 10 1939
Nr. 12 1940
Nr. 1 1941
Nr. 2 1941
Nr. 3 1941
Nr. 4 1941
Nr. 5 1941
Nr. 6 1941
Nr. 7 1941
Nr. 8 1941
Nr. 9 1941
Nr. 10 1941
Nr. 12 1941
Nr. 1 1942
Nr. 2 1942
Nr. 3-4 1942
Nr. 5-6 1942
Nr. 7-8 1942
Nr. 9-10 1942
Nr. 11-12 1942
Nr. 1-2 1943
Nr. 3-4 1943
Nr. 5-6 1943